Procedimento penale giudice di pace

Procedimento penale giudice di pace

Classe 1 Competenza del giudice di pace

Legge organica 7/1988, del 28 dicembre 1988, sui tribunali penali, che modifica vari precetti delle leggi organiche sulla magistratura e sulla procedura penale.

La Corte costituzionale e la Corte europea dei diritti dell’uomo hanno ritenuto che l’imparzialità del giudice sia incompatibile o compromessa con il suo ruolo di investigatore del caso penale:

La presente Legge organica mira ad adeguare la nostra organizzazione giudiziaria nell’ordine penale alla suddetta esigenza, introducendo una nuova classe di organi unipersonali: i Tribunali penali.

Per correggere i difetti che attualmente ostacolano il funzionamento efficiente dei procedimenti penali, le riforme introdotte non sono solo organiche. Infatti, sono state adottate una serie di misure per ottenere una maggiore semplicità e una migliore tutela delle garanzie dell’imputato all’interno del processo penale.

Il mandato di celerità ed efficienza rende opportuno affrontare anche le due fasi del processo che attualmente pongono maggiori problemi, quella delle indagini e quella del ricorso in cassazione, visto che con l’introduzione dei Tribunali Penali e con le numerose nuove Sezioni di Tribunale Provinciale che si stanno creando, insieme alla semplificazione del processo, è auspicabile che si raggiunga una maggiore celerità nella fase del processo orale.

L’esercizio dell’azione penale è pubblico o privato; l’azione privata è esercitata direttamente dalla parte offesa secondo la procedura speciale stabilita dalla legge e non richiede l’intervento del Pubblico Ministero.

In base alla normativa vigente, i Giudici Penali Specializzati assumono la giurisdizione nei procedimenti per delitti contro l’onore, che sono un’azione privata, generando un eccessivo carico procedurale.

Se si considera che le Corti di Giustizia, soprattutto nelle province, ricevono e trattano denunce e querele che si risolvono per lo più con la conciliazione, sarebbe opportuno autorizzare le Corti di Giustizia ad assumere la giurisdizione su tutti i procedimenti per reati contro l’onore, non commessi dalla stampa e dagli altri media.

I giudici di pace sono i magistrati più vicini al contendente, amministrano la giustizia in conformità con le disposizioni della Costituzione e della Legge organica della magistratura, ma tenendo conto del contesto in cui si sviluppa il conflitto.

Giudice di pace, giudice di pace o tribunale di pace si riferisce a un tipo di tribunale in vari Paesi. Di solito sono organi giudiziari unipersonali con giurisdizione a livello locale, generalmente una municipalità, un comune o un distretto in cui non esiste un tribunale di prima istanza, e sono serviti da giudici laici (non avvocati) che svolgono funzioni giurisdizionali.

In Uruguay, la giustizia di pace fa parte di una tradizione profondamente radicata nell’immaginario collettivo che affonda le sue radici nel periodo coloniale. I giudici di pace possono essere laici o avvocati che hanno ricevuto una formazione presso la Scuola per Giudici (Centro de Estudios Judiciales del Uruguay), un organismo che dipende dalla Corte Suprema di Giustizia dell’Uruguay. Le loro funzioni possono includere l’ufficiale di stato civile, la conciliazione, la mediazione, la giurisdizione d’emergenza in materia penale, le questioni familiari, la giurisdizione nelle piccole cause civili, gli sfratti urbani, l’assistenza sociale, tra le altre cose. Nei casi di giurisdizione d’emergenza, sono autorizzati a eseguire le prime e più urgenti procedure che, in materia penale, si traducono in misure di protezione delle prove.