Accertamento tecnico preventivo procedimento

Accertamento tecnico preventivo procedimento

Esempi di attività preventive

La valutazione dei rischi è una parte fondamentale della gestione della salute e della sicurezza sul lavoro che aiuta il datore di lavoro a controllare i rischi sul posto di lavoro. È il processo di stima dell’entità dei rischi che non possono essere evitati, che fornisce al datore di lavoro le informazioni necessarie per decidere sulla necessità di adottare misure adeguate per garantire la sicurezza e la tutela della salute dei lavoratori.

Al termine del processo, la valutazione dei rischi deve essere documentata, compresa l’identificazione della mansione, il rischio o i rischi esistenti e l’elenco dei lavoratori interessati, il risultato della valutazione e le misure preventive appropriate, nonché il riferimento ai criteri e alle procedure di valutazione e ai metodi di misurazione, analisi o prova utilizzati, se del caso. La pianificazione dell’attività preventiva consiste nel determinare le misure da attuare per eliminare, ridurre e controllare i rischi, compresa la designazione dei responsabili della loro attuazione, le risorse umane e materiali necessarie per la loro esecuzione e il monitoraggio, nonché le scadenze per la loro attuazione.

Il nuovo approccio alla prevenzione ruota quindi intorno alla pianificazione della prevenzione basata sulla valutazione iniziale dei rischi insiti nel lavoro e sulla conseguente adozione di misure adeguate alla natura dei rischi rilevati.

L’idoneità dell’attività di prevenzione che, a seguito della valutazione, deve essere adottata dal datore di lavoro, è garantita attraverso il duplice meccanismo che questa disposizione regola: da un lato, l’accreditamento da parte dell’autorità del lavoro dei servizi di prevenzione esterni, come modo per garantire l’idoneità delle loro risorse per le attività da svolgere e, dall’altro, l’audit esterno o la valutazione del sistema di prevenzione, quando questa attività è intrapresa dal datore di lavoro con risorse proprie.

1. La prevenzione dei rischi professionali, in quanto azione da svolgere all’interno dell’azienda, deve essere integrata in tutte le sue attività e decisioni, sia nei processi tecnici, nell’organizzazione del lavoro e nelle condizioni in cui viene svolto, sia nella linea gerarchica dell’azienda, compresi tutti i livelli aziendali.

L’indagine sugli infortuni sul lavoro è una tecnica di sicurezza analitica che mira a scoprire i fattori che hanno dato origine a un infortunio, cioè a dare una risposta alla domanda: Perché si è verificato l’incidente? Condurre correttamente queste indagini è essenziale per ottenere informazioni utili che aiutino a evitare questi incidenti in futuro. L’obiettivo di questo studio è stato quello di cercare di offrire una visione sullo stato delle indagini sugli infortuni sul lavoro in Spagna. Pertanto, sulla base dei diversi criteri di qualità stabiliti dagli esperti del settore, viene effettuata una revisione della letteratura scientifica che si è occupata delle indagini sugli infortuni sul lavoro, al fine di identificare, classificare e descrivere le principali metodologie utilizzate. Allo stesso modo, viene effettuata un’analisi delle indagini sugli infortuni sul lavoro svolte da specialisti della salute e della sicurezza pubblici e privati. Dallo studio di revisione effettuato, si evince che ancora oggi non esistono molte metodologie con un focus specifico per le indagini sugli infortuni sul lavoro. Per quanto riguarda l’analisi dei rapporti d’indagine esaminati, si determina che mentre solo 1 rapporto d’indagine su 4 di infortuni sul lavoro fatto dai tecnici del PRL è stato realizzato seguendo i criteri di qualità raccomandati dagli esperti del settore, 3 su 4 delle indagini ufficiali sugli infortuni sul lavoro lo considerano tale.