Pagamenti piattaforma fiscale

Pagamenti piattaforma fiscale

Pagamenti provvisori sat

A partire dal 1° giugno 2020, le persone fisiche che vendono beni o forniscono servizi su Internet attraverso piattaforme digitali devono pagare le imposte nell’ambito del regime delle Attività commerciali con reddito attraverso piattaforme tecnologiche, nella Sezione III del Capitolo II del Titolo IV della Legge sulle imposte sul reddito, intitolato “Reddito derivante dalla vendita di beni o dalla fornitura di servizi su Internet, attraverso piattaforme tecnologiche, applicazioni informatiche e simili”.

Per le mie attività di alienazione di beni, fornitura di servizi o concessione di hosting attraverso Internet per mezzo di una piattaforma digitale, posso pagare l’imposta in base al regime di incorporazione fiscale per queste attività?

No. I contribuenti che percepiscono redditi dalla vendita di beni, dalla prestazione di servizi o dalla concessione di alloggio in transazioni effettuate su Internet attraverso piattaforme tecnologiche non possono essere tassati in base al regime di incorporazione fiscale a partire dal 1° giugno 2020.

I debiti morosi dei crediti per l’istruzione superiore garantiti dallo Stato, che rientrano nel presente accordo, saranno quelli segnalati dalla Comisión Administradora de Sistema de Créditos (Comisión Ingresa) per l’istruzione superiore.

Considerando il possibile ritardo nella consegna dell’assegno a causa della contingenza sanitaria, si raccomanda ai contribuenti di preferire il pagamento del rimborso tramite deposito su conto corrente bancario, che è veloce e sicuro.

Nota: in considerazione del possibile ritardo nella consegna dell’assegno a causa della contingenza sanitaria, si raccomanda ai contribuenti di preferire il pagamento del rimborso tramite deposito bancario, che è rapido e sicuro.

Il reddito che le persone fisiche o giuridiche ottengono per la prestazione di servizi o la vendita di beni attraverso le piattaforme tecnologiche è soggetto all’imposta sul reddito (“ISR”). Tuttavia, la Legge ISR stabilisce regole specifiche per il calcolo e il pagamento di tale imposta da parte delle persone fisiche, riconoscendo due opzioni: attraverso pagamenti provvisori o attraverso pagamenti definitivi. In questo articolo spiegheremo entrambe le opzioni.

La pratica commerciale più comune nelle piattaforme tecnologiche di intermediazione prevede che gli utenti che acquistano un bene o un servizio non paghino direttamente al fornitore, ma alla piattaforma tecnologica; una volta ricevuto il pagamento, la piattaforma si occupa di elaborarlo e poi di consegnarlo al fornitore del servizio con una certa frequenza (settimanale, mensile, ecc.).

Questa trattenuta non corrisponde al PVR della persona giuridica, ma a quello della persona fisica che ha ottenuto un reddito grazie alla piattaforma tecnologica; per questo motivo la legge sul PVR indica che le persone fisiche possono considerare le trattenute effettuate nei loro confronti come pagamenti provvisori del loro PVR o come pagamenti definitivi.