Ultime notizie su contratti dipendenti pubblici

Ultime notizie su contratti dipendenti pubblici

Legge 20 21

Il regio decreto mira a eliminare gli incarichi temporanei e ad aprire due gruppi, i supplenti e gli interinali, oltre a stabilire un quadro normativo per evitare il ripetersi di questi alti tassi nel Servizio sanitario nazionale.

Giovedì, il Congresso ha approvato la legge che restituisce al CGPJ la capacità di nominare i suoi due candidati al TC mentre è in carica. Ora passerà al Senato per l’approvazione finale.

Il Ministro della Salute, Carolina Darias, ha informato che il decreto reale recentemente approvato contribuirà a stabilizzare la situazione di 67.000 professionisti ad interim, mentre per quelli del 2020 è previsto un concorso.

L’Unione Andalusa dei Dipendenti Pubblici ha presentato ricorso all’Alta Corte contro l’inquadramento eccezionale degli operatori sanitari che sono stati assunti come rinforzo durante la pandemia e che ora stanno cercando di accedere a un posto di lavoro.

Solo 53.000 aziende, su 3,3 milioni, pubblicano le loro offerte su “Empléate”. Il governo sostituirà l’agenzia con un’agenzia statale per snellire le procedure e garantire che i disoccupati sappiano quali sono i posti di lavoro disponibili.

Infine, per mostrare in tempo reale lo stato della questione, sulle situazioni di nomine abusive di personale statutario e di dipendenti pubblici ad interim, non c’è niente di meglio che leggere la sentenza della sezione contenziosa-amministrativa dell’Alta Corte di Giustizia di Madrid del 19 gennaio 2022 (rec.1743/2020) che analizza in dettaglio la normativa concorrente, la dottrina della Corte Europea e la dottrina della Corte Suprema. Il documento è a disposizione delle parti interessate per essere consultato e analizzato, affinché ognuno possa trarre le proprie conclusioni.

Per il resto, non farò alcun commento o esegesi su questi aspetti, assumendo la famosa affermazione di Wittgenstein nel suo Tractatus philosophicus: “Ciò di cui non si può parlare è meglio lasciarlo non detto”.

L’Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO) è l’organizzazione delle Nazioni Unite responsabile della promozione di un turismo responsabile, sostenibile e universalmente accessibile. Le posizioni dell’UNWTO sono occupate attraverso un attento processo di selezione che tiene conto, tra gli altri fattori, delle qualifiche accademiche, dell’esperienza internazionale e delle competenze linguistiche.

Onboarding: facilitiamo l’arrivo all’UNWTO fornendo informazioni sulle condizioni di lavoro e sull’onboarding presso il Segretariato dell’UNWTO. I nuovi membri del personale seguono un corso di inserimento che li aiuta a integrarsi rapidamente nel nuovo ambiente di lavoro.

Assistenza sanitaria internazionale: offriamo una copertura sanitaria completa che include spese mediche e dentistiche in tutto il mondo per i nostri membri del personale e i titolari di contratti di servizio.

I candidati interessati che desiderano candidarsi a un’opportunità di lavoro devono seguire le istruzioni specifiche fornite in ciascun annuncio di lavoro o invito a manifestare interesse.